Commenti degli Artisti

36 Comments

  1. FEDERICO FIUMANI (Firenze)
    03.05.2018 at 18:34 Rispondi Edit
    Ho passato con voi una bella giornata. Mi sono divertito, spero anche voi.
    DIAFRAMMA

  2. Letizia
    16.04.2018 at 22:38
    Un luogo pieno di magia e un’accoglienza a dir poco straordinaria! È stato un piacere grande per i Malamanera essere ospiti della Cantinetta. Baci e abbracci!!!
    MALAMANERA (Livorno)

  3. Per la cura, il calore e l’accoglienza con cui Francesco si relaziona con noi musicisti è il miglior locale che abbia mai visitato in 20 anni di live. Da 1 a 10 gli darei 13…erbe! marco vincisgrassi -Perugia-

  4. Suonare alla Cantinetta è stata un’esperienza bellissima! Il posto è veramente suggestivo, Francesco di una gentilezza e simpatia unica, situazione ultra amichevole e “de core” già dai primi 5 minuti in cui ci ho messo piede! Inoltre il cibo del piccolo ristorante a conduzione familiare al piano di sopra mi ha veramente stesa per quanto era buono (e ricco!), quel cinghiale non me lo scorderò più! Consigliatissimissimo! -TUNONNA (Roma)

  5. Un locale che è un “gioiellino”. Accoglienza splendida. Un’attenzione e una cura per chi suona rare, se non impossibili da trovare altrove. Suoni perfetti, attrezzatura impeccabile, cena e drink favolosi. Una delle più belle serate da quando suono.
    Grazie Francesco per quest’oasi sull’appennino umbro… a nome di tutti le band che suonano in giro.
    SKoM -Firenze-

  6. Italy needs more venues like this one! As an American you couldn’t have a better combination of a place that feels like it’s straight out of a medievale fairy tale AND and a straight up music venue where you can see anything from singer-writers to punk bands to DJ’s, jazz shows, poetry reading.. etc etc etc. 13 ERbe?? cazzarola!
    HEAVY WOOD -Perugia e America-

  7. location unica ,ambente caloroso e pieno di bella gente veramente eccezionale … rifugio assolutamente da frequentare almeno una volta vuoi x mangiare x ballare x ascoltare ottimi concerti x relazionare e fare amicizie indimenticabili x bere in compagnia a prezzi veramente abbordabili consigliatissimo!!!’ non sarebbe vita senza ‘la cantinetta’!!! :-)))
    NORIMBERGA Firenze

  8. La Cantinetta restituisce dimensione alla musica, ossigeno, spazio per la cultura invece che per l’intrattenimento…in poche parole possibilità agli artisti di esprimersi in totale libertà e al pubblico di assorbirne il valore.
    Il tutto dentro una locanda dall’atmosfera intima e magica, situata in un borgo bellissimo, dove la cucina è di ottima qualità e ti accoglie uno staff di persone affabili, calorose ed entusiaste.
    Che dire…grazie veramente e a presto!

    MINIMAL PUSH (Perugia)

  9. Il bello di questo lavoro è che spesso capiti in posti meravigliosi

    Rotecastello per esempio, in provincia di Terni ma orientata verso Perugia, è un bellissimo borgo medievale arroccato nel cuore dell’Umbria. Deve il nome al fatto che le mura girano in cerchio attorno alla piazza centrale e alle case.

    Il borgo conta la bellezza di otto abitanti, la maggior parte dei quali fanno parte di una famiglia che una decina di anni fa ha trasformato la sua storica casa nella Locanda Del Borgo, un ristorante di quelli in cui si impasta la farina a mano e si fa tutto come si faceva una volta, con i prodottii dell’orto e a km 0. Dopo qualche tempo hanno allestito anche il piano di sotto e l’hanno trasformato in un salotto musicale, La Cantinetta Della Locanda del Borgo, dove tengono gran bei concertini e dj-set di ogni genere, con una certa preferenza per il reggae, il genere preferito da Francesco, il giovane master of the house.

    Ieri sera ci ho suonato ed è stato un festone, con gente venuta da Perugia, da Assisi e da tutta la regione per ballare e fare festa fino a tardi.

    Big up Cantinetta per l’organizzazione, big up Perujah Dub Movement per le selezioni, bella storia, ci rivediamo presto
    ADRIANO BONO (Roma)

  10. Rotecastello per Boda è qualcosa di magico.
    Un posto che ti lascia qualcosa di vero e puro addosso.
    E’ casa.
    La casa di Boda.
    E’ la casa di una comunità di persone splendide e appassionate.
    La cantinetta è un caldo abbraccio in inverno ed una folata di vento fresco in estate.
    Un posto Rotecastello che ti rimane nel cuore in tutte le stagioni.

    Vi voglio bene.

    BODA (Perugia)

  11. first time i played there a baby snake came to see me play.

    second time I played there the weather was cold but inside was like being in the belly of a hibernating grizzly bear.

    we ate like gods and played like shamans.

    I’d say the place is pretty magical.

  12. Howdy, i read your blog occasionally and i own a similar one and i
    was just wondeing if you get a lot of spam responses?
    If so how doo you protct against it, any plugin orr anything you can recommend?
    I get so much lately it’s driving me cazy so any help is very much appreciated.

  13. da piccolo mi raccontavano le favole e io quelle ambientazioni le immaginavo…le sognavo…poi sono arrivato alla Cantinetta,sono arrivato a Rotecastello …e mi sono impressionato di quanto quei luoghi fuori dal tempo rappresentassero nel reale tutto ciò che nel mio immaginario avevo fantasticato su luoghi incantati…Rotecatello è magico! come lo sono o lo diventano tutti i suoi frequentatori e abitanti…ho passato alla cantinetta sicuramente i momenti più belli degli ultimi anni…ho trovato tanti amici e un posto che senza dubbio posso chiamare casa!
    (EMILIANO PINACOLI -divulgatore romantico di musica in vinile senza tempo-) -EMILIANO PINACOLI Gualdo Tadino-

  14. Un posto meraviglioso in un borgo medievale che ti sembra sperduto ed invece è meta di buongustai, bella gente, un pubblico attento, curioso, aperto alle novità musicali. Cucina ottima, vino (ed altro) pure. Francesco e tutto lo staff, oltre ad essere preparati e cordiali, sono disponibili, gentili, ospitali, amici prima che gestori. La cantinetta e la Locanda tutta sono una specie di famiglia, uno scrigno prezioso nel cuore dell’umbria!-KEROUAC – Giovanni (PADOVA)-

  15. La locanda è uno dei club/ristoranti più interessanti che trovate in umbria, Francesco, il titolare/direttore artistico è attento alla musica, sempre originale, il piccolo palco nella saletta concerti permette, grazie anche al bel lavoro dell’impianto luci, un’ esperianza affascinante per chi ci suona, come me, che per chi ascolta.
    Da provare, davvere, merita.
    iF L -FILIPPO PODERINI Città di Castello-

  16. Un posto fantastico!! Un l’accoglienza fraterna, una cucina sublime, un pubblico caldo e attento!! Io mi sono sentito a casa e consiglio a tutti di passare!! Grazie Francesco per averci invitato…ovviamente tornerei molto volentieri!! Un abbraccio grande a tutti!! ❤️ -CHOP CHOP BAND (Bari)

  17. Un posto intimo, aperto alla cultura musicale, un palco studiato con intelligenza e con rispetto verso la musica di nicchia. Location magica, incantevole, dal sapore antico ma dalle idee modernissime. Alta la qualità della cucina. Simpatia e accoglienza garantite. Consiglio a tutti. -TESTHARDE (Rimini)

  18. Che dire, il posto era fantastico, l’organizzazione impeccabile. Lo consigliamo a tutte le band del mondo. Grazie Francesco per aver pensato a noi e grazie a tutti quelli che si sono fatti in quattro per aver reso possibile questa serata. 🙂 -I FIORI DEL MALE- (Rieti)

  19. La Cantinetta non solo é un luogo magico per esibirsi. Non solo c’é un pubblico attento. Non solo Rotecastello é di per sé un’esperienza unica. Non solo si percepisce l’amore per le proprie origini ed il volerle far vivere. Non solo La Locanda é un luogo che valorizza l’Arte e rispetta gli artisti. Non solo ti senti che ce ne vorrebbero di piú di Locande del Borgo nei piccoli paesi per rispondere con l’arte e l’amore per la bellezza e per la qualitá della vita allo spopolamento dei nostri piccoli paesi. Non solo questo. É sopratutto un posto dove viene voglia di tornare. Chorobodó

  20. Suonare alla Locanda del Borgo è stata un’esperienza incredibile. Un locale unico nel suo genere che consigliamo a tutti i musicisti

  21. Coool !! Noi siamo stati davvero bene! Staff simpatico e super disponibile, location da sogno che fra l’altro si presta perfettamente al nostro genere, ottima acustica, pubblico attento ed interessato anche dopo la performance; vino e cibo eccellenti!!

  22. La Locanda del Borgo …la vedi la prima volta e te ne innamori subito. Noi dei “SFD Senza Fissa Dimora” abbiamo avuto il piacere di suonarci e passare due splendide serate. Accoglienza fantastica e cucina “fatta in casa” assolutamente da gustare (e rigustare); la Cantinetta poi è un tripudio di sapori di bacco. Tutto lo staff è di una gentilezza che ci amalgama alla perfezione con la bellezza del luogo e anche molto competente nel saper organizzare serate di qualità (sia dal punto di vista culinario che musicale) Speriamo di poter essere di nuovo ospiti, perchè sentirsi accolti è un piacere che fa bene al cuore…al palato..ed alla musica vera…!!!

  23. E’ stato un concerto unico grazie ad una location unica, uno staff meraviglioso e una clientela di “quelle che ci piacciono!”
    Pronti a fare festa e a farti sentire a casa!

    Non vedo l’ora di tornare e di riassaggiare la vostra fantastica cucina!

    a presto ragazzi

  24. Ho esplorato la massima intimità musicale in una “bomboniera” dal gusto medievale; così è stato e sarà per me “la cantinetta”, un dono che molti artisti e benefattori della musica come me hanno potuto assaporare nel modo più profondo. Tornare ogni volta tra le luci soffuse e il profumo dei distillati riapre la mente e rilassa fino a desiderare nient’altro che fermarsi e sedersi tra i cuscini, insieme alle persone perfette della propria vita. Tornerò presto a goderne.

  25. Non esiste un posto che ti ricordi di più casa tua. Ci entri la prima volta ed è questa la sensazione che provi; ci torni e ti senti sempre più parte della Cantinetta, della Locanda. Alla fine ti senti un po’ di Rote anche tu.

  26. Mi ha accolto Francesco, con il suo sorriso fiero, dietro al bancone del suo fortissimo bar, in una location da favola, tirata a lucido a regola d’arte. Poi il mio sguardo è andato verso il palco, croce e delizia di ogni musicista, e ho capito che quella sera ci sarebbe stato da divertirsi; un gran bel palco fornito di amplificazione, tappeti e luci.. un sogno !La prima volta che sono andato alla Cantinetta è stato subito come essere a casa.

    Non è tutto, anzi, Francesco mi accompagna al piano superiore, alla Locanda, dove mi presenta Lucia, sua sorella, stesso sorriso e sguardo sincero in quel momento mi è sembrato di conoscerli da sempre!

    Il cibo della Locanda rispecchia loro: sincero, home.made, sapori veri di una volta, di una regione, l’Umbria , che ha molto da raccontare.

    Lo staff gentilissimo, la location fantastica !!!

    Iniziata la serata in Cantinetta ho capito perche mi sembrava di conoscerli da sempre; anche loro piace far stare bene e coinvolgere il pubblico e divertirsi a loro volta !

    A seguire il nostro live un fantastico dj set e come se non bastasse il leggendario 13 Erbe….anche questo home.made !

    La cantinettaè il posto che mancava, dove si mangia ALLA GRANDE, SI ASCOLTA LIVE DI QUALITà, DJ SET DA paura fino a notte fonda ! Per una sera andate a trovare Lucia e Francesco, vi conquisteranno come hanno fatto con me e non ditegli che non volete il 13 Erbe !

  27. Appena entrati, ci si accorge immediatamente di non trovarsi nel solito locale. Sembra che i muri e le pietre abbiano molto da raccontare. L’accoglienza di Francesco è spontanea e genuina e anche musicalmente ti senti subito a tuo agio, senza alcuna imposizione. La possibilità che ha il pubblico di sedersi comodamente su cuscini messi sul pavimento, facilita il contratto, quasi si ricostruissero le classiche situazioni di amici che si siedono intorno per cantare suonare e bere. Vincente anche la possibilità di ascoltare ottima musica dopo i “Live”, proposta da Gregorio. Tutto ciò dopo essere stati invitati a cena presso la Locanda del Borgo, e aver mangiato e bevuto molto bene.

  28. Rotecastello è una frazione del comune di San Venanzo. Ci troviamo vicino Marsciano, lungo la strada che sale verso il Monte Peglia e che divide la provincia di Perugia con quella di Terni. Un piccolo borgo, una piccola perla del territorio umbro dove l’aria è pura e il tempo sembra fermarsi per sedersi sulle scalette de La Cantinetta. Già … La Cantinetta! Che posto magnifico. Ci ho suonato con il mio gruppo, La Distilleria a Vapore, e ho cenato ai tavoli de “La Locanda del Borgo”, la stupenda trattoria situata proprio sopra questo fantastico pub, luogo di incontro, luogo magico dove tradizione, amicizia e voglia di fare si incontrano dando vita ad un’atmosfera unica nel suo genere. Francesco è il creatore di questo mondo. Da ex mosaicista ha abbellito le pareti con le sue opere, valorizzandone la bellezza creando lampade, specchi e molto altro che affascinano e catturano l’attenzione di chi varca le sue soglie. Da musicista, amante della musica e della buona cucina ho trovato in queste mura il libro su cui poter scrivere i miei pensieri più felici. Qui la quotidianità, lo stress, l’oppressione del tempo che scorre sono lasciati ben distanti. Qui c’è un’officina del gusto, una sapiente e antica arte casalinga che sa miscelare i giusti ingredienti per stuzzicare anche i palati più fini con pietanze che sanno di casa e di famiglia. Qui c’è un luogo dove la musica ci rende leggeri, in un contesto dal profumo antico e quasi piratesco, dove gli artigiani delle note possono esprimersi al meglio donando allegria e sogni nascosti. Qui c’è un punto in cui abili mani creano arredi, specchi, poltrone, tavoli e piccoli oggetti partendo dai materiali più poveri trasformandoli in opere nobili e di bellissima fattura. Qui c’è l’amore per il proprio lavoro e la gioia di condividerlo con gli altri; lo senti nell’aria, lo respiri in ogni angolo di queste mura, lo puoi guardare, mangiare, bere ed ascoltare. La Cantinetta de La Locanda del Borgo è l’esaltazione per ogni nostro senso.

  29. La Cantinetta è un locale in cui un rapper non puó entrare…da morto; atmosfera calda e underground come piace a noi, bellissima gente e staff accogliente, cucina esclusivamente tipica e tanta tantissima musica di qualità. Insomma, il ghetto a Detroit puó invidiare solo

  30. Un locale rock’n’roll, di quelli sottoterra, scuri ma accoglienti, che pensavi non esistessero più, un posto dove potrebbero aver suonato i primi CCCP, Africa Unite, Mau Mau, dove invece ho suonato io. Il mio suono che affonda nelle pareti, odore di birra e di gente contenta, mi sento a casa, finalmente a casa, alla Cantinetta.

  31. Un luogo fantastico che ti proietta in un’altro mondo, il tempo scorre diversamente alla Locanda. Cena strepitosa, palco e atmosfera indimenticabile. Se ci fossero più posti così il mondo sarebbe decisamente migliore….MITICO

  32. Arrivi a rotecastello alla cantinetta e pensi di esserti perso… Ma poi trovi una casa piena di amici e un piccolo palco che da grandi emozioni

  33. Top!!! siamo stati benissimo e ci hai e avete fatto sentire con fossimo in famiglia!! La cantinetta è un luogo piccolo ma il cuore è immenso!! Grandissimi!!

  34. Pochi sono quelli che possono essere definiti luoghi dell’anima, e La Cantinetta è uno di questi. Uno di quei posti, unici, che non ti dimentichi, lontano dai riflettori della città e per questo ancora più autentici.

  35. Un luogo che unisce magistralmente storia, ottima cucina e musica… sa rendere indimenticabili i momenti per la poesia dei suoi piatti, la gentilezza/ professionalità del personale e spettacoli coinvolgenti per ogni tipo di pubblico.

  36. Ho scoperto Rotecastello solo di recente, invitato da Francesco e Lucia ho potuto visitare questo gioiellino perduto nella tranquillità delle colline e naturalmente ho apprezzato molto La Locanda del borgo, l’unica che c’è, non sipuò sbagliare. Il cortile, la terrazzina che d’estate è una meraviglia, l’interno che era una casa e che ti fa sentire tuttora in famiglia e la cucina della Locanda…Un luogo denso di tempo e fuori dal tempo in un colpo solo.Se non avessi avuto da suonare quella sera, probabilmente sarei scoppiato seduto a tavola!La cucina umbra come la fanno quelle donnine che con i fornelli e il focolare ci hanno vissuto fianco a fianco tutta la vita, ci sono tornato in seguito senza impegnidi alcun tipo solo per affrontare senza pensieri il menù, accompagnato da vini biologici del luogo e culminato nell’immancabile specialità della casa: il liquore 13 erbe. Pienamente soddisfatto!Sotto la Locanda c’è la cantina, un seminterrato che da cantina vera e propria si è trasformato in un piccolo e accogliente bunker che ospita musicisti d’ogni tipo e dove si ritrovala gente della zona, gente che si ritrova li perchè sa che in quel posto quel giorno ci sarà qualcuno che suonerà qualcosa. Già solo questo non è fantastico?..Io c’ero per questo motivo e sono stato benissimo e trovo bellissima questa iniziativa. Dalla strada, quando si scorge il borgo, non lo diresti, o almeno io non l’avrei detto, ho impiegato poco a ricredermi! Se ami mangiare bene e bere meglio te lo consiglio, se ti piace anche la musica allora è proprio il posto per te!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *